Attualità

Immergiti nel cuore di un impianto acquatico sostenibile

  • centre-aquatique-meyzieu-les-vagues-1
  • centre-aquatique-meyzieu-les-vagues-2
  • centre-aquatique-meyzieu-les-vagues-3
  • centre-aquatique-meyzieu-les-vagues-4

Dati del progetto

• Architetto:
Thierry Nabères Architectes (TNA)
• Committente:
Ville de Meyzieu
• Produzione:
SGTP
• Installazione:
Entreprise Stéphane Meunier

  • • Materiale composito morbido Serge Ferrari
    > Batyline

  • La progettazione dell’impianto acquatico “Les Vagues” di Meyzieu (Francia) si è contraddistinta per un approccio di Alta Qualità Ambientale che puntava a creare un ambiente sano e accogliente per gli utilizzatori, controllando gli impatti ambientali della costruzione e della successiva gestione del complesso. Tra i materiali adottati per raggiungere questo obiettivo figura la membrana composita Batyline, installata qui in soffitto teso.

    Batyline è un materiale traforato di eccezionale leggerezza e flessibilità che permette la realizzazione di grandi superfici tese composte da un solo pezzo, senza strutture portanti pesanti.
    Sistema di costruzione leggero, economo in termini di consumi di materie prime e 100% riciclabile, Batyline offre inoltre una messa in opera rapida e facile, limitando così i disagi arrecati dal cantiere.

    Un investimento duraturo
    La speranza di vita di Batyline è superiore ai 20 anni in ambienti al tempo stesso umidi, surriscaldati e clorati. Questa sua caratteristica è stata uno degli elementi determinanti per la scelta del materiale. Nessuna manutenzione specifica è richiesta per la membrana e i cavi di tensione Silcord. Facilmente e rapidamente smontabili, permettono un accesso molto semplice al controsoffitto: interventi e costi di manutenzione sono, di conseguenza, molto limitati.


    Una soluzione acustica funzionale
    Le prestazioni acustiche di Batyline sono semplicemente eccezionali per un materiale così sottile e leggero. Grazie alle sue qualità intrinseche di assorbimento, la membrana composita riduce in modo significativo gli effetti di riverberazione, senza aggiunta di materiali isolanti supplementari, esteticamente vincolanti, ingombranti e voluminosi.

    Pinterest
    Contatti

    A tua disposizione in ogni parte del mondo

    Un progetto? Una richiesta? Ovunque nel mondo, i team commerciali e i consulenti Serge Ferrari ti accompagnano per tutti i tuoi progetti.
    Attualità

    Pista di pattinaggio: un soffitto teso battezzato “termo-nuvola”

    • inzell-patinoire-ice-skating-1
    • inzell-patinoire-ice-skating-2

    Teatro dei campionati del mondo di pattinaggio di velocità del 2001, l’impianto di Inzell, in Germania, è stato progettato con un doppio obiettivo: offrire agli atleti condizioni di gara ottimali e rendere possibile una gestione economica e sostenibile del complesso. In questo contesto, la membrana composita Soltis SK 20 LowE messa in opera svolge a meraviglia il suo ruolo.

    La composizione, la grana micro-forata e il lato metallizzato di Soltis SK 20 LowE conferiscono al materiale composito flessibile firmato Serge Ferrari prestazioni intrinseche uniche nel loro genere.
    Messa in opera come soffitto sulla struttura di legno e acciaio, la membrana composita Serge Ferrari ha perfettamente soddisfatto le tre esigenze fondamentali richieste dall’edificio:

    • Assicurare un apporto massimo di luce naturale, senza effetti di abbagliamento né irraggiamento solare diretto sul ghiaccio. La traslucidità e il potere riflettente del materiale metallizzato, associati al suo potere di diffusione della luce, hanno permesso di vincere questa sfida.

    • Limitare l’utilizzo dell’aria condizionata, solitamente indispensabile per evitare la condensa e l’umidificazione delle superfici in legno. Soltis SK 20 beneficia del vantaggio LowE Serge Ferrari, ottenuto grazie all’applicazione di un trattamento in alluminio, vera e propria barriera termica che protegge il legno dal freddo e dall’irradiamento refrigerante del ghiaccio.

    • Apportare un valore aggiunto in termini di acustica. Soltis SK 20 permette di raggiungere dei tempi di riverberazione che vanno oltre le raccomandazioni della norma DIN.

    Galleria foto